deco
deco
deco
Chef Nicola Laera

L’arte del gusto: un viaggio culinario in Alta Badia

Lo Chef di cucina Nicola Laera, che nel suo curriculum vanta una stella Michelin, è cuoco per passione. Alla base dei suoi piatti c’è la scelta di materie prime di altissima qualità, che vengono ricercate con cura tra produttori e fornitori che lavorano con etica e sostenibilità.

Gli squisiti piatti dello Chef si possono gustare a mezzogiorno al Bistrot e la sera al ristorante "Burjè 1968".

Il Burjè 1968 a maggio 2022, a pochi mesi dall'apertura, riceve il primo riconoscimento: 1 Cappello della Guida L'Espresso e più tardi la menzione nei ristoranti della Guida Michelin. Recentemente ha ottenuto ulteriori riconoscimenti: 4 cappelli dalla Fallstaff e 92 punti dalla Gault Millau.

01 small

I piatti dei vari menu spaziano dal locale al nazionale, senza trascurare l’internazionale. Nella nostra Cantinetta troverete un’eccellente selezione di vini dell’Alto Adige e non solo.

Il nostro Staff saprà darvi preziosi consigli.

Non si propongono menu vegani e vegetariani in quanto la cucina dello Chef Laera è improntata sull’utilizzo di numerosi prodotti di origine animale.

Vedi lista vini

La prima colazione

Il Gostè, ossia la prima colazione in lingua ladina, vi farà iniziare con piacere la giornata.

Sarete accolti dal profumo inconfondibile del pane appena sfornato. Troverete una varietà di croissant e di dolci fatti in casa, cereali, müsli, frutta secca, frutta fresca e molto altro. Sul nostro buffet sono presenti anche formaggi e salumi di alta qualità provenienti prevalentemente da fornitori locali o regionali. Vi sarà inoltre la possibilità di gustare dei piatti caldi preparati al momento come uova, crepes, pancakes.

Godetevi il Gostè dalle 7:30 alle 10:00

La colazione è inclusa nella tariffa della camera.

Mezzogiorno e cena al Bistrot

Dalle 12:00 alle 13:45 e dalle 19 alle 21:15 serviamo piatti gustosi, ma raffinati. Lasciatevi sorprendere dal gusto dei piatti del menù di pesce e da tutte le prelibatezze, preparati con cura e passione dal nostro Chef e dallo staff di cucina. Potrete inoltre accompagnare il pranzo con una birra alla spina, un long drink oppure con un vino pregiato.

Il nostro Fish Bistrot

La Cëna dello Chef Nicola Laera

L’Alto Adige ha molto da offrire anche nel mondo della gastronomia. Le materie prime di eccellente qualità e la maestria dello Chef portano a un risultato sublime, una vera esperienza a tavola.

Il menu della mezza pensione, che cambia quotidianamente, offre il piacere della scelta combinando la territorialità con la cucina nazionale e internazionale.

La nostra Cantinetta offre un’ampia scelta di vini locali e nazionali. I buoni consigli del nostro sommelier saranno preziosi per il giusto accostamento ai menu.

ImportantePer consentirvi di gustare in tranquillità la vostra cena ricordiamo che intolleranze, allergie e/o particolari scelte alimentari devono essere comunicate al momento della prenotazione.

Non si propongono menu vegani e vegetariani in quanto la cucina dello Chef Laera è improntata sull’utilizzo di numerosi prodotti di origine animale.
Ricordiamo, inoltre, ai gentili ospiti che sarà possibile accomodarsi ai tavoli dalle 19:00 fino alle 21:00.

Buon appetito da parte di tutto lo Staff!

Esperienza a tavola

preview
next
Chef Nicola Laera

Lo Chef racconta...

“Dopo una breve esperienza con mio padre all’Hotel Ciasa Salares, approdo nelle cucine di Norbert Niederkofler nel 2002. Al ristorante St. Hubertus rimango per 19 stagioni, ricoprendo diversi ruoli, fino a diventare Sous Chef nel 2009. Ricopro quest’ultima mansione per quasi due anni.

La prima assegnazione della stella Michelin da Chef l’ho ottenuta nel 2013 a Madonna di Campiglio, al Biohotel Hermitage. Nel 2014 il gradito ritorno nella mia valle, presso l’Hotel La Perla, dove ricopro il ruolo di Executive Chef e con enorme soddisfazione mi viene confermata la stella Michelin, in Stüa de Michil. Questo dal 2014 all’estate 2021. Nel 2019 mi viene conferito il premio “Aufsteiger des Jahres” da parte della guida gastronomica Gault & Millau Austria e nel 2020, sempre dalla Gault & Millau, vengo premiato con 4 cappelli.

Dall’Autunno 2021 sono Chef de cuisine all’Hotel Arkadia di Corvara; un piccolo 4 stelle, dalla grande anima.

Il rispetto della materia prima e di chi la produce.

La mia cucina gira intorno a questi due pilastri. Valorizzare il prodotto e non camuffarlo. Se dovessi trovare un aggettivo per definire la mia cucina direi sincera: gusti ben definiti, pochi ingredienti e a volte contrastanti, ma sempre alla ricerca maniacale dell’equilibrio tra loro.

Non sono un fanatico del km zero. Reputo che ci siano temi che prevalgano sulla “semplice” provenienza della materia prima. Un produttore di pecorino della Val d’Orcia che alleva le sue pecore con criteri corretti, le munge e produce il formaggio come da tradizione, merita la nostra attenzione; anche se siamo distanti.
Così come la merita il pescatore che ha una piccola barca e non pratica la pesca a strascico, preservando le specie protette e salvaguardando il fondale marino. Mi piace avere un rapporto diretto con l’allevatore, il coltivatore, il casaro, il macellaio e mi piace sapere cosa c’è dietro ad un prodotto. È fondamentale per me sapere che l’animale portato al macello abbia vissuto bene. Uso solamente uova di galline allevate a terra.

Mi reputo molto fortunato avendo avuto la possibilità di fare della mia grande passione per la cucina, il mio lavoro.

Vi aspetto all’Arkadia. Sarà un piacere cucinare per Voi.”

next
back